Biglietteria on line

Ritorno

L'evoluzione del monumento dal XIX al XXI secolo

Le demolizioni successive

L'evoluzione del monumento dal XIX al XXI secolo

1627 al 1660
Demolizione degli edifici della cinta occidenta1e del Castello (tra la cappella Sant'Uberto e gli Appartamenti di Carlo VIII).

1806 al 1810
Pierre Roger Ducos, senatore e console, riceve in dono il castello per i servizi resi all'Imperatore Napoleone 1°. Tenuto conto del cattivo stato del Castello, decide di procedere a1la demolizione degli edifici più toccati : gli Appartamenti delle Sette Virtù e i due edifici che li fiancheggiano (la portineria e la fabbrica di bottoni), la collegiata San Fiorentino (edificio del XII secolo), la casa canonica e le costruzioni addossate a1l'ala " Luigi XII - Francesco 1° " (l'ala Enrico II). Durante questo smantellamento scompare anche la maggior parte delle decorazioni del Castello : parquet, camini, statue, quadri, opere in ferro e in legno, ecc.

1 2 3 4

Facebook Tripadvisor Twitter Instagram Google +