Biglietteria on line

Ritorno

Gli Appuntamenti del Castello con i personaggi celebri dal XVII al XIX secolo

Illustrious hosts

Le Siège de la Cour Royale aux XVe. et XVIe. siècles

Se a partire da Francesco 1° la Corte soggiorna anche a Fontainebleau e al Louvre, Amboise resta una dimora apprezzata dai sovrani fino ad Enrico II. I soggiorni dei sovrani vi si fanno più rari a partire da Enrico III. La Corte abbandona definitivamente la Touraine per l'Ile de France sotto Enrico IV. A partire da allora, il castello di Amboisc, per i Re Borboni, non costituisce più che una semplice tappa. La dimora accoglie del resto a più riprese Luigi XIII e Luigi XIV . Il nipote di quest'ultimo, Filippo, Duca di Angià, in viaggio pcr la Spagna, vi fece tappa anche lui dal1'11 al 13 dicembre 1700, prima di salire sul trono di Spagna sotto il nome di Filippo V.

Nicolas Fouquet , sovrintendente aIle finanze caduto in disgrazia, è ospite involontario del Castello di Amboise. Dopo avere dato una festa sontuosa in onore del Re di Francia nel suo castello di Vaux le Vicomte, viene arrestato il5 settembre 1661 a Nantes dal capitano dei moschettieri, il celebre D'Artagnan. Durante il suo trasferimento al Forte di Pinerolo (Alpi della Savoia) dove morirà il 23 marzo 1680, è temporaneamente internato a Amboise, daI 4 al 16 dicembre 1661. La tradizione vuole che sia stato gettato nella cella situata " al di sotto della porta di entrata del Castello ". Il suo passaggio a Amboise è stato oggetto di un pellegrinaggio da parte di Jean de la Fontaine , suo amico, venuto al Castello nel mese di agosto de 1663..

1 2 3

Facebook Tripadvisor Twitter Instagram Google +